500 milioni di euro per le filiere Made in Italy, il governo: “Sud trainante”

500 milioni di euro per le filiere Made in Italy, il governo: “Sud trainante”

Se il mercato nazionale e internazionale esige la capacità di sapersi distinguere e valorizzare, è anche vero che le imprese nostrane sono sottoposte alla crescente pressione della libera concorrenza “globale”. 

Le caratteristiche di qualità e originalità hanno da sempre reso riconoscibile il “made in Italy” nel mondo e in questi anni sono state messe in campo numerose iniziative per meglio qualificare le eccellenze italiane per mezzo dello strumento della certificazione come leva competitiva. In virtù di questo, arrivano 500 milioni di euro destinati alle filiere agricole e agroalimentari italiane in coerenza con la normativa comunitaria in materia di aiuti, per diverse tipologie di investimenti.  Le spese ammissibili vanno dagli investimenti per la produzione primaria alla trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, fino alla promozione e alla pubblicità di prodotti di qualità certificata o biologici. 

“Si tratta di uno stanziamento senza precedenti - ha dichiarato il ministro per le Politiche Agricole e Forestali Gianmarco Centinaio - motivato dalla volontà di mettere la filiera agroalimentare al centro del ‘made in Italy’. Crediamo in una filiera sana, virtuosa e moderna, e siamo fieri che l'80% dei progetti provenga da imprese del Mezzogiorno, cosa che dimostra l'attenzione del Governo verso le regioni del Sud”.

« torna indietro