Terreni agricoli, boom di compravendite nel primo semestre 2018

Terreni agricoli, boom di compravendite nel primo semestre 2018

Secondo l’ultima analisi Coldiretti sui dati statistici notarili, nel primo semestre del 2018 si sarebbe registrata una crescita da record (+ 8,32%) delle compravendite di terreni agricoli: il numero di operazioni avrebbe superato quota 57mila nel periodo preso in esame. Un altro dato di rilievo messo in evidenza è quello che riguarda il prezzo della terra che sarebbe tornato ad aumentare dopo 5 anni di svalutazioni: nel Nordest si registrano stime superiori ai 40mila euro per ettaro, mentre nel Mezzogiorno si scende a 8-13mila euro per ettaro. La media nazionale si attesta, altresì, intorno a 20mila euro per ettaro. Sulla base di queste premesse, Coldiretti ha chiamato in causa la manovra di governo, auspicando “una defiscalizzazione dell’Iva per tutto il comparto zootecnico (al fine di favorire il presidio del territorio e di prevenire il dissesto idrogeologico) e la partenza di un programma di privatizzazioni su proprietà agricole pubbliche per un controvalore di 10 miliardi di euro”. Questo tipo di misure potrebbero effettivamente essere di impulso ulteriore per l’ingresso dei giovani nel settore, che è tornato ad essere un comparto di crescita professionale capace di creare opportunità occupazionali. Va ricordato, infatti, che nelle campagne italiane ci sono 55mila imprese agricole condotte da under 35 che hanno rivoluzionato il settore primario mettendo su vere e proprie aziende multifunzionali (fattorie didattiche, agri-asili, attività ricreative, agricoltura sociale).

« torna indietro