Vendita diretta nel settore agricolo, le novità della Legge di Bilancio

Vendita diretta nel settore agricolo, le novità della Legge di Bilancio

La legge di Bilancio 2019 ha introdotto numerosi elementi di novità per quel che attiene il settore agricolo, e una di queste riguarda la vendita diretta. Le nuove disposizioni di legge prevedono, infatti, che gli imprenditori agricoli possano vendere prodotti acquistati direttamente da altri imprenditori, a patto che si rispettino alcune condizioni: la vendita delle produzioni proprie, per esempio, deve restare prevalente rispetto a quelle di terzi; inoltre, i prodotti altrui devono essere acquistati direttamente da produttori agricoli e non devono appartenere alla stessa categoria merceologica dei propri.Il limite previsto espressamente dalla normativa prevede che i ricavi provenienti dalla vendita dei prodotti di terzi non superino nell’anno solare l’importo di 160.000 euro per le imprese individuali e di 4.000.000 euro per le società. La novità sostanziale è che per anni era stata adottata una linea restrittiva, applicando la disciplina della vendita diretta esclusivamente a quei prodotti agricoli di terzi appartenenti allo stesso comparto merceologico dei propri. Ora questi dubbi interpretativi vengono superati, consentendo, per fare un esempio, a un allevatore di maiali di vendere il vino, le marmellate, il formaggio, la frutta e la verdura, in abbinamento alle proprie carni e insaccati.

« torna indietro